Handresearch.com presents.: the largest Global Network of Palm Readers

& Hand Analysts + the latest Global News about Hands.

Adriano l'Imperatore PDF Stampa E-mail
Scritto da Valerija Brkljac   
Mercoledì 14 Gennaio 2009 06:56

Anno 2006 -  Analisi fatta per "EVA 3000" e sul mio vecchio sito www.mondoonline.net

Anno 2009 - Analisi confermata:  Arrivavo ubriaco agli allenamenti dell'Inter

  Calciatore Adriano, F.C. Inter

Sono passati tanti anni, ma ancora non stata trovata la strategia giusta per "sfruttare" al massimo le vere potenzialit del genio di pallone Adriano. Non solo che stato "archiviato" e dimenticato il caso di Bobo Vieri, ma si tenta di "mettere da parte" Adriano e di "piegare" un'altro di questo stesso genere, Balotelli, un genio con un "difetto di fabbricazione" (che spiegher nell'articolo dedicato a lui).

Cosa si pu fare?
Senza portarli a capire se stessi non sar mai possibile sfruttare al cento percento le loro capacit! Come sar possibile avere i genii del calcio nel posto che loro appartiene: L'Olimpo del calcio, iniseme a Maradona, Pele e tanti altri grandi e mai dimenticati? Solo scoprendo loro ci che hanno ricevuto in dono e ci che con questo possono fare nelle date condizioni loro personali e del mondo che li circonda!
Ecco l'articolo pubblicato su EVA 3000 nel 2009, che a distanza di 4 anni conferma che la mia analisi era giusta e tempestiva:
Un genio del palone tra l'Olimpo e il martirio   
 
Adriano | His palm >>
next page

Sono Interista da 14 anni e l'invito di EVA 3000 di analizzare i palmi di Adriano mi arrivato come un segno del destino. Questo giovane calciatore, che sembra incompreso da se stesso e dagli altri, vaga pericolosamente tra la strada dell'Olimpo e quella che porta verso i "martiri della Dolce Vita", dove gi sta comodamente Vieri, altro grande dell'Inter, per il quale le porte dell'Olimpo si sono chiuse per sempre. Ma per Adriano c' ancora tempo.

Questo mio un sincero contributo per riportare Adriano sulla strada che gli appartiene naturalmente.

Inoltre uno dei punti fondamentali per l'Inter, che ha tutto, ma dovr lavorare di pi sul piano psico-fisico se vuole che le sue stelle brillino dai massimi livelli delle loro potenzialit.

Un genio del palone tra l'Olimpo e il martirio   
 
 

ADRIANO, nato il17. Febbraio 1982 a Rio de Janeiro.

Stando a questa data le sue mani dovrebbero essere del tipo aria (acquario), palmo quadrato e le dita molto pi lunghe e flessibili. Le linee sono poche ma non delicate, ben incise. Sul palmo predominano la linea del cuore e la linea della vita, mentre la linea della testa scende verso il monte della luna su entrambi i palmi.

<< Adriano | His palm

previous page
 

Questo curioso miscuglio, molto ingannevole ci svela che come tipo Adriano dotato di un fisico possente, passionale di natura e di buona salute. Ma dove sta la forza sta anche la debolezza. Lui forte fisicamente, ma condizionato dallemotivit. Tende ad essere pigro e dovrebbe essere in costante movimento, perch la dieta su di lui non fa nessun effetto. Solo ed esclusivamente il costante movimento pu impedire che ingrassi e permettergli di sfondare nel calcio. A patto che non beva i superalcolici e non faccia troppo sesso. Dalla forma della mano, dalla disposizione dei monti si capisce che su di lui il sesso fa lo stesso effetto dei dolci: lo frena. Adriano non come Inzaghi, Crespo, Mihajlovic, Maldini o Seedorf, che lo possono e dovrebbero fare pi spesso possible. Il suo equilibrio sportivo dipende sopratutto dalla passione che ha verso il suo lavoro e non verso il godimento fisico. Come il giocatore Bobo Vieri. O Maradona. Quest ultimo almeno riuscito ad arrivare alla maturazione prima del cedimento ai stravizi o perch la passione per lo sport che faceva lo ha reso meno vunerabile nel momento cruciale. Per Vieri ormai tardi. La stessa cosa vale anche per il Fenomeno Ronaldo. Due talenti grandi come quello di Maradona, lo dicono i loro palmi. Adriano invece pu essere indirizzato bene ed momento giusto e la chiave la disciplina, perch la sua linea della testa conferma lassenza non solo di questa fondamentale caratteristica, ma anche la mancanza di consapevolezza e di coscienza di se stesso.

Adriano dovrebbe allenarsi ogni giorno possibile (il suo fisico glielo permette), concentrandosi solo al calcio e per un paio di mesi non dare nessun sfogo alla distrazione, ne fisica, ne mentale. Non deve nemmeno prestare lattenzione a ci che di lui scrivono i critici. Una volta entrato nellequilibrio: corpo mente risultati, potr concedersi delle distrazioni, ma consigliabile che si trovi una partner fissa. Sempre se vorr arrivare laddove stanno i dei del calcio. Se no, lo attende il mondo delle veline di Vieri e di angeli del calcio caduti per sempre, per i quali ho coniato lespressione i martiri della dolce vita.

Ma sulle sue mani sta una linea, la linea del destino, che mi dice che lui ce la pu fare! Se per almeno sei mesi si allener in questo modo, dopo la fatica tutto diventer pi semplice e la sua storia sar una di quelle da favola a lieto fine. Il suo posto naturale si trova nel Olimpo del pallone.

Adriano l'Imperatore
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

CONNECT WITH ME

Valery on Facebook Valery on YouTube Valery on Twitter Valery on Wikio

GTranslate
Google me +

Circle me on Google Plus!
Valerija
Valerija on Google Plus
Author & Personal Coach
Branding & Web Success Leader

Login to Zampa



Tweets
twitter_icon
WebMetropolis - Artists

Knowledge of Self

TeslaLUX - You Are Brand

 
Top! Top!
Real Time Web Analytics