Handresearch.com presents.: the largest Global Network of Palm Readers

& Hand Analysts + the latest Global News about Hands.

Archivio delle News
PDF Stampa E-mail
Scritto da Valerija Brkljac   
Mercoledì 14 Gennaio 2009 07:56

Si è avverato

Questa è una nuova sezione dedicata alla verifica del mio lavoro. Quello che ho pubblicato negli anni, sia sul mio vecchio sito mondoonline.net, sia qui sul nuovo sito zampa.net, poi sui vari giornali o in TV, lo ripropongo agli eventi avvenuti. Il confronto tra la previsione originale e la notizia che conferma il risultato, permette di osservare la natura di queste previsioni e come, o perché, le strade della vita hanno portato proprio in quella direzione.

Fino d'ora si sono avverati tutti gli eventi previsti. E' ancora in attesa il caso della piccola Maddie McCan.

A volte succede che ci vogliono gli anni prima di arrivare alla conferma, come nel caso di Bin Laden. Quando tutti i giornali parlavano della imminente cattura, la mia analisi aveva dato l'esito opposto. Avevo previsto che non solo non sarebbe stato caturato, ma che cercarlo ancora sarebbe stato invano. Ci sono voluti più di cinque anni per capire che Bin Laden fosse lontano dalla cattura.

La dimensione chimata "Tempo" è una dimensione che in me non segue le solite strade. Oltre essa esistono anche le altre. Credo che fossimo tutti dottati di queste capacità di "vedere", usando per esempio come lo faccio io, l'analisi delle mani e la data di nascita. Un "mezzo" per capirci. Solo che non a tutti è possibile camminare nelle zone dove "le strade" spessissimo non ci sono. Posso affermare che si tratta di un lavoro estremamente dificile e responsabile. Dentro ognuno di noi esiste una parte che condividiamo con tutti, ma che arriva anche nel profondo del nostro essere. Nello stato odierno delle cose, la scienza non ha dato le risposte adeguate. Considero che siamo lontani dal conoscere quel mondo.

Certo, il lavoro che ho svolto per capire questo dono è stato decisivo, ma la genetica ha "giocato" un ruolo fondamentale. Nella mia famiglia ci sono stati diversi casi di veggenti. Da piccola, ero propensa a non crederci, convinta che la scienza fosse l'unica risposta accettabile. Ci sono voluti gli anni di lotta tra i miei pregiudizi, acquisiti con l'educazione, e gli eventi "sul campo", per superare l'ostacolo. Anche perché c'erano troppi casi in cui "avevo visto" e non avevo reagito. Poi un giorno ho deciso di affrontare tutto quanto. Dovevo conoscere la natura di questo dono. Ora la mia ricerca è destinata proprio alla conoscenza, per aiutare agli altri che un gorno, come l'avevo fatto io, cercheranno di capire "che cosa è questo dono", senza trovare nessuna risposta seria. Perché il problema che si pone è a che serve un dono così? Che fare a gestire queste "sensazioni"? Come funziona "il meccanismo"? Le domande sono state tante, ma le risposte poche, mescolate ai pregiudizi e l'incompetenza su diversi livelli. Non ho paura da un possibile sbaglio. Rimango sempre "in ascolto" degli eventi. Cerco anche di lavorare sul linguaggio, di essere più chiara.

Questo mio impegno, se sarà d'aiuto ad una sola persona, avrà avuto il senso. Per il resto, spero che servirà per combattere i pregiudizi.

Per questo motivo considero fondamentale rendere trasparente al massimo il mio lavoro, permettendo a tutti gli interessati di seguirlo.

Dimostriamo ora i risultati raggiunti.

Tra breve nascerà anche la sezione "In attesa", per gli eventi che non hanno ancora avuto la risposta, già pubblicati o che sto preparando.

 

Data: 2009-01-14

Ora: 13:55:03

Si è avverato
 
Adriano l'Imperatore PDF Stampa E-mail
Scritto da Valerija Brkljac   
Mercoledì 14 Gennaio 2009 06:56

Anno 2006 -  Analisi fatta per "EVA 3000" e sul mio vecchio sito www.mondoonline.net

Anno 2009 - Analisi confermata:  Arrivavo ubriaco agli allenamenti dell'Inter

  Calciatore Adriano, F.C. Inter

Sono passati tanti anni, ma ancora non è stata trovata la strategia giusta per "sfruttare" al massimo le vere potenzialità del genio di pallone Adriano. Non solo che è stato "archiviato" e dimenticato il caso di Bobo Vieri, ma si tenta di "mettere da parte" Adriano e di "piegare" un'altro di questo stesso genere, Balotelli, un genio con un "difetto di fabbricazione" (che spiegherò nell'articolo dedicato a lui).

Cosa si può fare?
Senza portarli a capire se stessi non sarà mai possibile sfruttare al cento percento le loro capacità! Come sarà possibile avere i genii del calcio nel posto che loro appartiene: L'Olimpo del calcio, iniseme a Maradona, Pele e tanti altri grandi e mai dimenticati? Solo scoprendo loro ciò che hanno ricevuto in dono e ciò che con questo possono fare nelle date condizioni loro personali e del mondo che li circonda!
Ecco l'articolo pubblicato su EVA 3000 nel 2009, che a distanza di 4 anni conferma che la mia analisi era giusta e tempestiva:
Un genio del palone tra l'Olimpo e il martirio   
 
Adriano | His palm >>
next page

 

Sono Interista da 14 anni e l'invito di EVA 3000 di analizzare i palmi di Adriano mi è arrivato come un segno del destino. Questo giovane calciatore, che sembra incompreso da se stesso e dagli altri, vaga pericolosamente tra la strada dell'Olimpo e quella che porta verso i "martiri della Dolce Vita", dove già sta comodamente Vieri, altro grande dell'Inter, per il quale le porte dell'Olimpo si sono chiuse per sempre. Ma per Adriano c'è ancora tempo.

Questo mio è un sincero contributo per riportare Adriano sulla strada che gli appartiene naturalmente.

Inoltre è uno dei punti fondamentali per l'Inter, che ha tutto, ma dovrà lavorare di più sul piano psico-fisico se vuole che le sue stelle brillino dai massimi livelli delle loro potenzialità.

Un genio del palone tra l'Olimpo e il martirio   
 
 

ADRIANO, nato il17. Febbraio 1982 a Rio de Janeiro.

Stando a questa data le sue mani dovrebbero essere del tipo “aria” (acquario), palmo quadrato e le dita molto più lunghe e flessibili. Le linee sono poche ma non delicate, ben incise. Sul palmo predominano la linea del cuore e la linea della vita, mentre la linea della testa scende verso il monte della luna su entrambi i palmi.

<< Adriano | His palm

previous page
 

Questo curioso miscuglio, molto ingannevole ci svela che come tipo Adriano è dotato di un fisico possente, passionale di natura e di buona salute. Ma dove sta la forza sta anche la debolezza. Lui è forte fisicamente, ma è condizionato dall’emotività. Tende ad essere pigro e dovrebbe essere in costante movimento, perché la dieta su di lui non fa nessun effetto. Solo ed esclusivamente il costante movimento può impedire che ingrassi e permettergli di sfondare nel calcio. A patto che non beva i superalcolici e non faccia troppo sesso. Dalla forma della mano, dalla disposizione dei monti si capisce che su di lui il sesso fa lo stesso effetto dei dolci: lo frena. Adriano non è come Inzaghi, Crespo, Mihajlovic, Maldini o Seedorf, che lo possono e dovrebbero fare più spesso possible. Il suo equilibrio sportivo dipende sopratutto dalla passione che ha verso il suo lavoro e non verso il godimento fisico. Come il giocatore Bobo Vieri. O Maradona. Quest’ ultimo almeno è riuscito ad arrivare alla maturazione prima del cedimento ai stravizi o perché la passione per lo sport che faceva lo ha reso meno vunerabile nel momento cruciale. Per Vieri ormai è tardi. La stessa cosa vale anche per il Fenomeno Ronaldo. Due talenti grandi come quello di Maradona, lo dicono i loro palmi. Adriano invece può essere indirizzato bene ed è momento giusto e la chiave è la disciplina, perché la sua linea della testa conferma l’assenza non solo di questa fondamentale caratteristica, ma anche la mancanza di consapevolezza e di coscienza di se stesso.

Adriano dovrebbe allenarsi ogni giorno possibile (il suo fisico glielo permette), concentrandosi solo al calcio e per un paio di mesi non dare nessun sfogo alla distrazione, ne fisica, ne mentale. Non deve nemmeno prestare l’attenzione a ciò che di lui scrivono i critici. Una volta “entrato” nell’equilibrio: corpo – mente – risultati, potrà concedersi delle distrazioni, ma è consigliabile che si trovi una partner fissa. Sempre se vorrà arrivare laddove stanno i dei del calcio. Se no, lo attende il mondo delle veline di Vieri e di angeli del calcio caduti per sempre, per i quali ho coniato l’espressione “i martiri della dolce vita”.

Ma sulle sue mani sta una linea, la linea del destino, che mi dice che lui ce la può fare! Se per almeno sei mesi si allenerà in questo modo, dopo la fatica tutto diventerà più semplice e la sua storia sarà una di quelle da favola a lieto fine. Il suo posto naturale si trova nel Olimpo del pallone.

Adriano l'Imperatore
 
HAPPY NEW YEAR TO ALL CHRISTIAN ORTODOX ! ! PDF Stampa E-mail
Scritto da Valerija Brkljac   
Martedì 13 Gennaio 2009 17:49

HAPPY NEW YEAR TO ALL CHRISTIAN ORTODOX !

Serbs, Russians, Greeks, Belarus, Bulgarinas, Cypruses, Georgians, Macedonians, Montenegrians, Romanians, Ucraines and all others, sisters and brothers, I wish you all a very Happy New Year, knowing that in this moment we can't see the lite outside as we would like. Anyway, we could give our contribution, from our hearts, from our souls. The life is short and hard to live, we need to make it deep and full of lite.

Let's make this year worth to live, worth to remember - loving each others in all our differences, respecting each others, understanding each others, helping each others wherever we are!

White Angel of Mileseva Monastery

Big hug and let White Angel protect you all!

Valerija Brkljac

HAPPY NEW YEAR TO ALL CHRISTIAN ORTODOX ! !
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Succ. > Fine >>

Pagina 7 di 9
CONNECT WITH ME

Valery on Facebook Valery on YouTube Valery on Twitter Valery on Wikio

GTranslate
Google me +

Circle me on Google Plus!
Valerija
Valerija on Google Plus
Author & Personal Coach
Branding & Web Success Leader

Login to Zampa



Tweets
twitter_icon
WebMetropolis - Artists

Knowledge of Self

TeslaLUX - You Are Brand

 
Top! Top!
Real Time Web Analytics