Handresearch.com presents.: the largest Global Network of Palm Readers

& Hand Analysts + the latest Global News about Hands.

Previsioni Futuro
Scritto da Valerija Brkljac   
Sabato 01 Maggio 2010 00:00
REPUBLISHED - I wrote Prevision for Italian Magazine FEMME in November 2008, published in January 2009.

IL TEMPO DEI CAMBIAMENTI

futuro

"Arriva per tutti noi il tempo dei cambiamenti dovuti alla chiusura del ciclo delle Tradizioni e inizia uno nuovo, dell'Espansione delle nuove frontiere. Questo nuovo ciclo è già segnato dalla creazione delle nuove tecnologie e dal nuovo modo di osservare la natura. Il Giove dal Capricorno passa all'Acquario. Significa che inizia un futuro nel segno dei cambiamenti e bisogna prepararsi. Conviene guardare in avanti, come quando c'è da cavalcare un'onda gigantesca e non si può aggrappare da nessuna parte, ma lasciarsi portare dal nuovo senza opporre la resistenza diventa la scelta migliore. Il fatto che il Plutone il 26 Novembre è entrato in Capricorno, per rimanere fino al 2024, conferma che il periodo delle trasformazioni e ricostruzioni è arrivato e richiederà da tutti totale serietà. Serietà nel rivalutare ciò che si è fatto fino d'ora e la flessibilità nel approciare i futuri eventi. Niente paura, solo positività. Questa è la chiave del 2009." Che ci conviene usare anche negli anni che seguono!

Siamo stati positivi? Abbiamo rivalutato ciò che abbiamo fatto prima? Possiamo dire di essere pronti per i cambiamenti? Siamo coscienti di vivere dei cambiamenti epocali, che richiedono il versamento del "vino nuovo in botti nuove"?

Previsioni Futuro
 
Space dogs | I cani dello Spazio
Scritto da Valerija Brkljac   
Martedì 19 Aprile 2011 06:27

LAIKA - il cane delle Stelle

????? - Laika, il primo Essere nato sulla Terra che volò in orbita!

Laika

LAIKA era la cagnolina randaggia, presa dalle strade di Moska ed istruita per volare. In data 3 novembre 1957 fece il volo orbitale, primo in assoluto fatto da un Essere vivente nato sulla Terra. E morì nello spazio! Prima e dopo di lei ci furono tanti alti cani, che resero possibile il primo volo di un uomo nello spazio: Yuri Gagarin. Questo articolo è dedicato a loro! Per ricordarci che con i loro occhi abbiamo guardato le stelle dallo spazio. Nella constelazione del mio cielo le stelle sono i loro occhi!

Space dogs | I cani dello Spazio
 
Yuri Gagarin 50 anni dopo
Scritto da Valerija Brkljac   
Martedì 12 Aprile 2011 09:33

Yuri Gagarin - la Terra è blu!

Yuri Gagarin50 anni fa Yuri Gagarin aprì la porta dell'Universo agli Uomini!

Gagarin fu il primo uomo che è arrivato alle stelle! Oggi desidero ricordarvi questo indimenticabile evento. 

Il 12 aprile 1961 Yuri Gagarin nella navicella Vostok 1 raggiunse lo spazio. Al decollo per il volo spaziale pronunciò la celebre espressione - ??????? (pojechali) - "siamo partiti".

Durante il volo, il 27enne cosmonauta, guardando dalla navicella la Terra, che nessuno aveva mai visto prima, comunicò alla base che "la Terra è blu. Che meraviglia. È incredibile".

Venne decorato da Nikita Khruš??v con l'Ordine di Lenin, la massima onorificenza sovietica, diventando Eroe dell'Unione Sovietica.

In seguito Gagarin collaborò alla preparazione di altre missioni spaziali, come quella della Vostok 6, che portò Valentina Vladimirovna Tereškova nello spazio (prima donna in assoluto a compiere una tale missione). Inoltre, collabora allo sviluppo della nuova navicella spaziale Sojuz.

Gagarin morì il 27 marzo 1968, sette anni dopo la sua grande impresa, a bordo di un piccolo caccia MiG-15UTI, schiantatosi al suolo nelle vicinanze della città di Kirža?. Sposato e padre di due bambine, al momento della morte Gagarin era in procinto di partire per una nuova missione nello spazio; lo storico volo del 1961 sarebbe invece rimasto il suo unico viaggio in orbita. Le sue ceneri riposano al Cremlino. (fonte: Wikipedia)

Yuri Gagarin 50 anni dopo
 
Libia e Arabia Saudita nelle nostre vite
Scritto da Valerija Brkljac   
Giovedì 10 Marzo 2011 09:57

La libertà e il petrolio - un futuro che non c'è!

Libia sforna 2 millioni di barili di greggio al giorno, mentre l'Arabia Saudita li fa 9 millioni al giorno! Con queste cifre possiamo descrivere la materia della quale volevamo fare i nostri sogni, sulla quale volevamo costruire il nostro futuro, ma che ora sembra sfuggirci. Perché in Libia c'e Muamar Gheddafi, di cui ci sembra chiaro tutto. Dall'altro c'è re Abdullah, che ha 86 anni ed è malato. La monarchia ha 7000 principi eredi, vogliosi di prendere il potere. Ma la "rivoluzione virtuale", che denomino così semplicemente perché arrivata in quel "mondo di sabbia" attraverso internet e l'informatizzazione, quella "rivoluzione virtuale" sta per investire anche l'Arabia Saudita e il nostro mondo rischia di diventare qualcosa che abbiamo omesso di dire.

Cosa non ci siamo detti o non volevamo sapere?

Non ci siamo detti che Obama, il presidente degli Stati Uniti, che deve alla "rivoluzione virtuale" la sua presidenza, all'internet (altrimenti Hillary Clinton sarebbe oggi alla guida), ora ha un grosso problema! Perché tutto si paga e di conseguenza anche "le rivoluzioni virtuali". Se gli Stati Uniti perdono l'Arabia Saudita, potrebbero rischiare una catastrofe totale! Per "prevenirla" cosa è disposta a fare l'America di Obama? Un Azione!

Sappiamo che ogni azione causa una reazione. Reazione che poi si espande su tutti e tutto che ci sta intorno, e da quella reazione possiamo dedurre se una "rivoluzione", anche quando è "virtuale", è stata positiva per noi o no. Gli Stati Uniti sono in crisi e non solo per azioni precedenti all'arrivo di Obama, ma anche perché la base sulla quale poggia il mondo odierno non è tanto sana. Perché non lo è? Perché ha un limite. Perché è gestita dai poteri che anch'essi hanno un limite. Perché i tempi che reggono le soluzioni con i limiti, hanno dei limiti e per questo devono cambiare. Così arrivano tutte le rivoluzioni. Esse cambiano lo stato delle cose, ma come sappiamo, chi la rivoluzione l'ha iniziata, spesso non finisce per godere i suoi frutti.

Ciò che ci interessa Oggi è il nostro Domani

Com'è il nostro "Oggi"? Supponiamo che i Repubblicani eliminino Obama e arrivi al potere Sarah Palin (o chi per essa). Voranno approfondire maggiormente ciò che era quella politica prima, quella che per certi versi ci ha portati ai cambiamenti, all'ascesa della Cina, del Sudamerica, Russia e l'India. Ovvero, lo sviluppo dell'estrazione del combustibile derivato dai fossili. Il punto sta proprio qui! Perché il futuro, come lo vedono loro, non sta lì! Il futuro sta in alternativa allo sfruttamento della Madre Terra! Il futuro sta nel maggior rispetto nei confronti della Terra e di conseguenza di noi stessi. Penserete che sono una "ecologista". Non proprio. Per me il rispetto della Terra è una questione di sopravvivenza della nostra civiltà e chiamare il mio pensiero "ecologico" è molto restrittivo. Il mio pensiero riguarda la diminuzione del potere maschile nella forma e sostanza come si presentano oggi, che conosce solo "la progressione", ma non conosce "la verticalizzazione", la spiritualità, ciò che appartiene al pensiero femmnile, geneticamente parlando. Vi butto qui solo un idea: e se Cristo o Gesù, fosse venuto per dirci proprio questo? Lui ci ha indicato la strada dei cieli, la asse verticale, non la monodirezionalità! Significa che ci ha dato il compito di salvaguardare la nostra natura, che in questa fase di sviluppo richiede l'intervento della Donna, attraverso il rispetto del principio femminile e della Madre Natura, che garantisce la bontà per tutti, non solo per pochi furbi.

Mi direte ora: cosa c'entra il petrolio con le donne e pure con Cristo! Purtroppo, c'entra tutto. La prevalenza maschile nella politica mondiale ha favorito sia comunismo, sia il suo altro estremo, il capitalismo, che ne uno ne l'altro contemplavano l'idea femminile. Il pensiero femminile che sta nella capacità di immedesimarsi nell'altro, nell'empatia. La nostra "cultura" e la nostra storia glorificano le guerre, non il sapere e i meriti! Noi non facciamo la prevenzione, ma stiamo "alla coda" ad affrontare i sintomi delle malattie! Perché noi subiamo "la vita", ci capita, ci succede! Vivere la Vita è un altra cosa!

Il Futuro è TESLA - il futuro è Dare senza interesse

La politica del mashio, la politica del defunto comunismo e il morente capitalismo, non è la risposta alle esigenze del mondo (noi tutti). Come ce lo dimostra la differenza tra Edison e Tesla. C'èra l'interesse di dare la precedenza a Edison, perché Tesla è il suo "dare senza interesse" non era contemplato! Vi ricordate la storia? Tesla voleva dare gratuitamente l'energia a tutti per favorire lo sviluppo di tutti, mettendoci sulla strada della prosperità! Il nostro mondo deve inziare a contemplare anche "il dare senza interesse". Noi come civiltà dobbiamo fare un salto di qualità! Essa consiste nel dare a tutti una buona base per lo sviluppo del singolo, per favorire lo sviluppo di tutti! Lì sta il Futuro!

Ma possiamo farlo? Abbiamo la possibilità di incamminarci verso il futuro? Capire che la base di richezza per tutti è alla base dello sviluppo? Mi sorge il dubbio, sinceramente, ma voglio credere! Il problema è che chi è al potere intende "il dare" come dannoso, sopratutto dare a tutti e fare si che tutti alla base abbiamo "il kit di sopravvivenza". Mi sorge il dubbio perchè il nostro mondo non lascia spazio alla bontà per tutti, come non lascia  lo spazio alle donne, che nemmeno a se stesse lasciano lo spazio. Se lo fanno è ancora tanto condizionato dall'esperienza negativa vissuta, che ci vorrà qualche secolo prima di ritrovare se stesse. Lo si vede dal fatto che alla prima vera occasione di cambiare qualcosa, le donne hanno preferito votare il colore della pelle anziche il genere! Come se tutto nel mondo delle donne andasse a meraviglia! Come se dalla scelta del nero alla presidenza, il pregiudizio sarebbe scomparso in un lampo! Vi sembra scomparso il pregiudizio verso i neri? A me no!

L'eguaglianza tra la donna e il maschio invece è unica che può togliere anche il pregiudizio verso chi è diverso (non importa il tipo di diversità). E' l'unica che può abbassare il livello delle "soluzioni" belliche e prevenire i conflitti. E' l'unica che può diminuire i livelli di sfruttamento del BENE comune, come il greggio e trovare le soluzioni alternative o "verdi", per intenderci. Dobbiamo usare internet come mezzo della nuova alfabetizzazione!

La lotta per i barili di Libia e quelli di Arabia Saudita ci faranno vedere "i sorci verdi" molto presto. "Il vecchio mondo" non mollerà la presa senza combattere! Vedo fuoco e fiamme molto presto! Vedo che i furbi si atrezzeranno per l'ultima battaglia, che non potranno vincere. Quando la potenza della negatività è tale da non peremettere all'altra parte di amoritzzarla, muore una civiltà. Poi la Madre Terra fa tutto da capo. La nostra civiltà sta per affrontare la prova più difficile della propria sopravvivenza. Tutto ora sta in apparente calma. Tutti ci muoviamo con quasi la certezza che nulla cambierà. Ma ora...

Ora cambia tutto!

Tra non molto il nostro mondo non sarà più come prima! Parleremo dei barili, della sabbia e del futuro! Ma possiamo parlare un po' anche di noi stessi e delle nostre capacità negate, non viste o nascoste? Delle nostre possibilità di sfruttare tutto ciò che abbiamo, ma non usiamo perché organizzati male e in maniera a dir poco insufficiente? Il Sapere è la strada del Futuro, con l'Empatia alla base! Rompere le catene del vecchio mondo pieno di "soluzioni" obsolete, dannose. Il vecchio mondo che non contempla l'eguaglianza delle persone e la meritocrazia. Che non vuole che dio sia anche Madre, ma che dalla Madre Terra pretende tutto e Lei dovrà dare tutto ai detentori del potere, sempre e comunque! Non è così! Non andrà così! Edison ha avuto gli onori, i soldi e la fama della sua epoca, ma l'epoca di Tesla verrà, se noi vogliamo sopravvivere! Se ci vogliamo bene! In quell'epoca dio sarà Madre e Padre e Figli e lo Spirito santo, per capirci. Più sapere e più empatia sono la nostra strada verso il futuro. Tutto il resto è solo una noiosa storia su come il mondo rimase nell'inferno per troppo tempo! Vogliamo uscirne da lì una volta per tutte?

Libia e Arabia Saudita nelle nostre vite
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 6 di 13

Kisses

Come promesso vi dimostro che baciarsi in bocca tra le persone di stesso sesso non significa essere necessariamente gay e che è un comportamento con il quale si esprimono quanto i sentimenti, come amicizia e fratellanza, altrettanto si sigilano le alleanze o conferma l'appartenenza alle stesse idee.

 

Qui abbiamo un video che mostra Yasser Arafat, ex presidente dell'Autorità Nazionale Palestinese, e un prete ortodosso che si baciano, e seguendo i commenti in video, sembrano essere fraintesi, mentre dovrebbero essere visti per quello che effettivamente sono, un segno di amicizia e di fratellanza. Leggi tutto >>e guarda i baci più famosi della politica>>

In preparazione

In preparazione

CONNECT WITH ME

Valery on Facebook Valery on YouTube Valery on Twitter Valery on Wikio

GTranslate
Google me +

Circle me on Google Plus!
Valerija
Valerija on Google Plus
Author & Personal Coach
Branding & Web Success Leader

Login to Zampa



Tweets
twitter_icon
WebMetropolis - Artists

Knowledge of Self

TeslaLUX - You Are Brand

 
Top! Top!
Real Time Web Analytics